Sempre le stesse….

Devo ammetterlo, non ha torto chi dice che spesso faccio le stesse canzoni. Ma la musica e le canzoni, come le arti in genere, hanno un potere rigenerante su chi le pratica oltre che su chi ne usufruisce. Certo a volte avere passione per un’arte è a dir poco fiaccante a volte doloroso, ma alla fine quanta energia buona ripaga. Io non sono un artista, non creo nulla, ma non sono neanche un semplice fruitore dell’arte musicale altrui, sono un po’ sciacallo e un po’ parassita. Probabilmente non contribuisco a migliorare l’arte che eseguo. Pensate alle opere di grandi come Mozart o Shakespeare che, eseguite da altri grandi artisti, si accrescono del valore aggiunto della bravura di chi le ha eseguite. Con me ciò non accade, le canzoni che eseguo restano tali e quali, nella migliore delle ipotesi, ma a me regalano tanta energia! A volte entusiasmo, a volte nostalgia, ma sono sempre e comunque loro a donarmi qualcosa e raramente, per non dire mai, il contrario. Lo so, vi sembrerà un pensiero da depresso, ma io sono realista e riconosco i miei limiti. Perché allora, vista l’opinione che ho di me stesso in ambito artistico, continuo a cantare (per fortuna non più in pubblico)? Perché la musica e le canzoni mi regalano ancora meravigliose emozioni e non ho nessuna intenzione di rinunciarvi! Alcune canzoni poi sono particolarmente suggestive e fonti inesauribili di magia che per me è impossibile non cantarle. Per questo molto spesso canto sempre le stesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *