Una storia

Da
“Non sei fregato veramente, finché hai una buona storia e qualcuno a cui raccontarla!
Il guaio è che nessuno crederebbe a una sola parola della mia storia!”

(da “La leggenda del pianista sull’oceano”-G. Tornatore 1998)

E già! Ma questa è una comune, banale storia! Nulla di speciale! Nulla di eclatante! A chi interessa ascoltare (o, in questo caso, leggere) la storia di una delle tante vite affacciate per qualche secondo (altro…)

Sogno(?) di una notte di….

Chissà se 50 anni fà, in quel sabato, si stava avverando un sogno! Chissà se quella vita che si era appena affacciata alla finestra dell’esistenza, era stata attesa con gioia, con amore! Se era stata voluta o semplicemente era capitata li, quasi per caso. O per sbaglio! Chissà! E chi potrà più dirlo ormai? Fa piacere pensare, e un po’ consola, credere che, come nelle fiabe, quel fagotto piagnucoloso (altro…)

Sempre le stesse….

Devo ammetterlo, non ha torto chi dice che spesso faccio le stesse canzoni. Ma la musica e le canzoni, come le arti in genere, hanno un potere rigenerante su chi le pratica oltre che su chi ne usufruisce. Certo a volte avere passione per un’arte è a dir poco fiaccante a volte doloroso, ma alla fine quanta energia buona ripaga. Io non sono un artista, non creo nulla, ma non sono neanche un semplice fruitore dell’arte musicale altrui, sono un po’ sciacallo e un po’ parassita. Probabilmente non contribuisco a migliorare l’arte che eseguo. Pensate alle opere di grandi come Mozart o Shakespeare che, eseguite da altri grandi artisti, si accrescono del valore aggiunto della bravura di chi le ha eseguite. Con me (altro…)

Un giorno Speciale

Da qualche anno a questa parte, in questo giorno, mi regalo un mini concerto. Mi siedo al piano, avvio il pc e mi canto qualche brano. Certo è una cosa che non faccio di rado, nella più profonda disperazione di vicini e parenti! Loro dicono che faccio sempre le stesse canzoni e non hanno neanche tutti i torti! (altro…)

1967

Fiocco Azzurro

Ebbene si! Tutto ebbe inizio nel 1967, di questi tempi, nel mese di febbraio. A vedere il clima di questi ultimi tempi e la temperatura mondiale che si è alzata, doveva essere un po’ più freddo di adesso. Chissà se è per questo che la montagna, la neve, il vento freddo sulla faccia mi piacciono molto e, se posso, cerco di gustarmeli quando capitano. Non sono uno sciatore o un cultore della montagna, ma mi attraggono molto il freddo e la solitudine che regna in certi luoghi che sembrano essere il tetto del mondo. Certo un po’ un paradosso per chi sognava di diventare un artista, un cantante! Scherzi del destino! In quell’anno (altro…)